Sul finire di una domenica di febbraio, una candelora palindroma come in molti mi hanno fatto notare (20-02-2020), trascinata a sera tra noia, mal di testa, slanci amorosi, voglia irrefrenabile di dolce, prove mal riuscite di face painting, autoproduzioni cosmetiche, ho fatto un dolce che mi è piaciuto molto.

Son partita dall’unica cosa che avevo in casa e che mi faceva voglia ovvero una lattina di latte di cocco che mi sembrava anche l’ingrediente migliore per cocco-larmi. Spulciando in rete ho trovato una ricetta semplicissima e assai rapida per una crema; l’ho provata e mi è così piaciuta che ho voluto racchiuderla in un guscio di pasta frolla e creare una crostata

Devo lavorare un po’ sulla decorazione ma il gusto mi ha conquistata!

Per la crema al cocco

– latte di cocco 400ml (una lattina)

– farina di riso 20 gr

– zucchero 50 gr

– scorza grattugiata di 1 lime

Per la frolla

– farina gr 200

– 1 uovo + 1 tuorlo

– burro 80 gr

– zucchero 100 gr

– miele 1 cucchiaio

Iniziate dalla frolla mettendo a fontana la farina e posizionandovi al centro lo zucchero, il burro ammorbidito a pezzetti, le uova il miele e la scorza di lime. Lavorate tutto rapidamente in modo che l’impasto non non si scaldi troppo ma fino ad ottenere una pasta liscia e compatta; avvolgetela nella pellicola e tenetela in frigo per almeno 30 minuti.

Iniziate quindi a preparare la crema: in un pentolino mischiate lo zucchero e la farina di riso; aggiungete poco alla volta il latte di cocco e mischiate con una frusta in modo da amalgamare il tutto dopodiché mettete sul fuoco e sempre mescolando aspettate che si addensi. Una volta raggiunta la consistenza desiderata, toglietela dal fuoco e continuate a mescolare per 2-3 minuti.

Trascorso il tempo di riposo della frolla, stendetela su un foglio di carta forno bucherellatela con i rebbi di una forchetta e posizionatela in una tortiera a cerniera. Cuocete in forno a 180 per circa 20 minuti.

Versate la crema nel guscio di frolla e aspettate che si raffreddi prima di servirla.

Decorate con cocco rapé.